I migliori stabilizzatori gimbal DJI per smartphone e fotocamere

dji_ronin_2

Gimbal: cos’è e perché usarlo?

Ormai gli stabilizzatori gimbal si trovano in una varietà di forme e dimensioni, dai dispositivi palmari fino a tutti gli stabilizzatori che di solito sono montati sui droni. Il gimbal permette una grande maneggevolezza durante le situazioni molto mosse o molte veloci, permettendo all’operatore di muoversi indipendentemente senza perdere troppo tempo a impostare il set. Il risultato è l’aspetto fluido e professionale degno fi Hollywood e il controllo di tutte le riprese. Quando si fa un filmato in movimento, si va incontro a diversi problemi rispetto a quando si effettua un’inquadratura fissa da un treppiedi. Lo stabilizzatore permette di creare filmati in movimento che a loro volta permettono di connettersi meglio con la location, per quanto riguarda la consapevolezza degli spazi. Quando è impostato e usato correttamente, il gimbal può diventare uno degli strumenti più preziosi per un’inquadratura.

Come funziona il gimbal?

DJI Gimbal

Il gimbal sembra essere uno strumento magico per la facilità in cui trasforma tutte le riprese in video fluidi e definiti. Queste inquadrature sono in realtà prodotte da un sistema di piccoli motori lisci, ognuno dei quali produce un particolare movimento della fotocamera su un asse determinato. Ogni asse del movimento del gimbal è classificato in base alla direzione della posizione della fotocamera: rotazione, altezza e inclinazione. Il modo migliore di pensare ai diversi assi è semplicemente in base alla direzione verso cui si muove la fotocamera. Per esempio, il movimento laterale della fotocamera si chiama rotazione, mentre quello verso l’alto e il basso si chiama altezza e quello di rotazione si ottiene quando la fotocamera ruota attorno al proprio asse.

DJI Gimbal movimenti

Il modo migliore per pensare a ciò è immaginare la tua fotocamera che pende da un elastico o un filo. Se lasciassi andare la fotocamera, invece di cadere e rompersi sul pavimento, si fermerebbe grazie all’attrito prodotto dall’elastico. I motori lisci fanno la stessa cosa, ma in un modo più definito e controllato. Quando questi motori sono collegati da un software, si ottiene un controllo completo sul movimento della fotocamera e sulla sua resistenza alle scosse. Un gimbal non è che un sistema di motori che funzionano contemporaneamente per mantenere la fotocamera nella direzione in cui si vuole filmare.

Tipi di gimbal e design

Potresti aver visto diversi tipi di stabilizzatori gimbal sul mercato, dalla versione a due bracci come il Ronin-M, Ronin-MX e Ronin 2, fino ai dispositivi a un braccio unico come il Ronin-S. Che sia un gimbal largo come il Ronin 2 o un attrezzo piccolo e compatto come Osmo Pocket, la funzione meccanica è identica. I motori ottengono lo stesso effetto; comunque, sono costruiti e progettati per diversi utilizzi e pesi delle fotocamere. Sapendo ciò, si può scegliere il gimbal più appropriato alle proprie esigenze. Fai attenzione al numero di assi di cui è fornito il gimbal, in quanto questo influisce sulla performance del gimbal rispetto all’ambiente circostante. Per esempio, alcuni gimabl piccoli offrono una stabilizzazione a un solo asse, correggendo solo in avanti e indietro i movimenti rotatori. Altri gimbal offrono una stabilizzazione a 3 assi che corregge la rotazione, l’altezza e l’inclinazione che abbiamo descritto più sopra. In realtà, un gimbal palmare più piccolo e compatto potrebbe essere una migliore opzione per una fotocamera piccola, in quanto riduce il peso totale della tua attrezzatura. Comunque, se usi una fotocamera più grande con delle lenti più grandi e pesanti, probabilmente un gimbal DJI più grande come il Ronin 2 potrebbe essere un’opzione più adatta per il tuo caso. Molti gimbal presentano una gamma di peso specifica. Ciò significa che il peso totale della tua fotocamera e delle tue lenti non dovrebbe essere superiore alla massa totale che il tuo gimbal riesce a supportare. C’è un gimbal palmare per ogni situazione e ogni persona, quindi prendi quello che fa al caso tuo!

Impostare e bilanciare un gimbal palmare

Prima di usare un gimbal palmare, è importante impostare e bilanciare per prima cosa l’impianto. Ciò ti permette di assicurarti che la fotocamera si possa posizionare in una posizione neutra quando l’impianto non si muove, riducendo lo stress dei motori e permettendo loro di funzionare nel modo migliore. Se il gimbal deve contrastare il peso di una fotocamera bilanciata in modo scorretto, non sarà possibile correggere i movimenti e le scosse efficientemente.

Bilanciare il gimbal è abbastanza semplice e diretto. L’idea è che la fotocamera deve stare in una posizione neutra e senza rotazioni o scosse quando è ferma. Pensa a quando provi a mantenere in equilibrio una matita sul dito. Se la matita è perfettamente al centro, puoi muovere la mano senza farla cadere sul pavimento. Bilanciare il gimbal è simile in quanto segue le stesse regole.

Per bilanciare il gimbal nella tua impostazione fotografica, posiziona il gimbal sullo stand mentre usi i piatti correttori per muovere la fotocamera avanti e indietro, e da lato a lato fino a quando la fotocamera sarà ferma e senza scosse. Dovresti essere capace di lasciare la fotocamera senza che il gimbal cada. Ripeti le fasi per bilanciare, facendo muovere i piatti fino a quando la fotocamera è bilanciata correttamente.

DJI Gimbal bilanciamento

Figura sopra: il piatto del gimbal è stato bilanciato per delle lenti standard 18-105 mm (immagine a sinistra). Quando le lenti 12mm fisheye sono state aggiunte (immagine a destra), il piatto del gimbal è stato spostato indietro, per far appoggiare il peso della fotocamera per compensare al peso del grande elemento di vetro con il fisheye.

Consiglio per il gimbal: ricordati di sistemare l’equilibrio della fotocamera ogni volta che cambi le lenti, fino a quando la differenza di peso è sufficiente per compensare il peso totale, bilanciandolo.

I migliori gimbal palmari: piccoli e compatti

DJI Osmo Pocket

DJI Osmo Mobile 2 Alcuni dei più piccoli stabilizzatori gimbal come Osmo Pocket hanno fotocamere integrate che non richiedono di essere bilanciate. Le fotocamere integrate possono essere una grande opzione per impostazioni rapide e compatte e possono essere messe fuori da uno zaino e usate immediatamente senza bisogno di aggiustamenti particolari. Osmo Mobile 2 permette anche di collegare e usare il tuo smartphone, permettendo filmati veloci e video fluidi da condividere immediatamente con gli amici online. Questi gimbal portatili sono incredibilmente smart e contengono software che riescono a riconoscere la dimensione e il peso della fotocamera e hanno il potere di correggersi autonomamente. Se stai cercando un’impostazione rapida e semplice per il tuo gimbal che puoi prendere in tutti i momenti in cui vuoi scattare immagini fantastiche, queste impostazioni integrate possono essere una grande scelta.

Leave a Reply