Recensione DJI Mavic 2: il sogno di un fotografo in viaggio

mavic-2-pro

I droni sono strumenti incredibili per catturare fotografie e video da una prospettiva totalmente diversa. Il nuovo DJI Mavic 2 Pro vanta una fotocamera molto potente in un piccolo pacchetto adatto ai viaggi.

È finalmente arrivato! La perfetta fotocamera volante che i fotografi in viaggio hanno sempre sognato. Un drone che è abbastanza piccolo da poter essere ripiegato in uno zaino, ma abbastanza potente da catturare immagini di fascia alta e video 4K incontaminati.

Con il nuovo Mavic 2 Pro, DJI ha gestito l’impossibile, attaccando una gigantesca fotocamera Hasselblad da 20 pollici con sensore da 1 pollice ad un drone compatto pieno di sensori ad alta tecnologia per evitare di schiantarsi contro gli ostacoli.

Questo nuovo Mavic vola più a lungo, più velocemente e più lontano che mai.

Recensione DJI Mavic 2 Pro

Il Mavic 2 Pro è stato migliorato in molti modi rispetto al Mavic 1. Le batterie sono più grandi, con conseguente maggiore tempo di volo.

I motori sono più grandi, permettendogli di volare più velocemente e di potere attraversare venti forti. Il gimbal è più duro, più fluido e l’intero drone è più aerodinamico.

Ma è la grande fotocamera quadrata Hasselblad che spicca davvero.

Il Mavic 2 Pro è dotato di un sensore per fotocamera professionale da 1 pollice, proprio come il Phantom 4 Pro molto più grande, ma è molto più leggero di quest’ultimo ed è MOLTO più piccolo, circa le dimensioni di una bottiglia d’acqua.

Un altro grande cambiamento con il Mavic 2 è stato il suo nuovo sistema di rilevamento omnidirezionale di ostacoli attraverso l’uso di 10 sensori diversi che ti aiutano a evitare gli ostacoli in quasi tutte le direzioni.

I sensori ora guardano avanti, indietro, sopra, sotto e ai lati, migliorando la capacità del drone di evitare possibili crash.

dji mavic 2 con radiocomando

Specifiche DJI Mavic 2 Pro

Registrazione video: 4K in 24/30fps o 1080p in 24/30/60/120fps

Pixel Count: 20 Megapixel

Risoluzione massima: 5472 × 3648

Dimensioni dell’obiettivo: 28 mm

Diaframma regolabile: f/2.8 – f/11

Sensibilità ISO: 100-120000

Velocità massima: 45 mph

Resistenza al vento: 29-38 km/h (18-24 mph)

Tempo medio di volo: 31 minuti

Distanza massima: 11 miglia

Peso: 907 g

DJI Mavic 2 Pro VS Mavic 2 Zoom

Con l’uscita del nuovo Mavic, DJI ha deciso di offrire due diversi modelli. Mavic 2 Pro e Mavic 2 Zoom. Ognuno ha le sue caratteristiche speciali e il suo prezzo, e decidere quale è giusto per te dipende davvero dalle tue esigenze.

La principale differenza tra loro è la capacità del Mavic 2 Zoom di “ingrandire” in tempo reale. Da 24 mm all’estremità larga a 48 mm (ritaglio 2X). Questa è una bella funzionalità per chi ne ha bisogno.

Ad esempio, ingrandendo vicino ai grattacieli senza dover volare proprio accanto a loro. O ingrandisci la fauna selvatica da più lontano senza spaventarli.

La funzione di zoom consente anche un effetto interessante chiamato Dolly Zoom, reso famoso nei film horror classici.

Mentre Mavic 2 Pro non ha questa capacità di zoomare fisicamente la fotocamera, è più professionale grazie alla più bella fotocamera Hasselblad, alla possibilità di scattare con un sensore della fotocamera a 10 bit e 4 volte più grande.

Ciò significa che le immagini che produce sono di qualità superiore e hanno dettagli migliori in condizioni di scarsa luminosità. Inoltre, puoi comunque produrre alcuni effetti zoom di base nella post-elaborazione se scatti in 4K.

Far volare il Mavic 2 Pro

DJI Mavic 2 Pro è ancora più facile da far volare rispetto al precedente modello, se ci credi. Il radiocomando sembra molto più reattivo e potresti effettivamente voler abbassare la sensibilità perché reagisce così velocemente ai tuoi input.

Con ancora più ostacoli che evitano i sensori rispetto alle versioni precedenti, puoi volare con la massima sicurezza di non schiantarti contro nulla!

Prima di iniziare a volare per la prima volta, ti consiglio sempre di guardare i video tutorial sul Mavic 2 sul canale ufficiale DJI. Quindi, esercitati a volare in un grande campo all’aperto.

I droni a volte sembrano giocattoli, ma in realtà non lo sono. Sono macchine volanti costose che possono fare molti danni se non stai attento!

Qualità dell’immagine

Mavic 2 Pro è dotato di una nuova fantastica fotocamera Hasselblad e di un ampio sensore da 1 pollice, che consente di scattare foto e video incredibili.

Questo sensore è circa 4 volte più grande di quello del Mavic 2 Zoom. Mavic 2 Pro può anche girare video a 10 bit, con una velocità in bit di 100 mb/s. Senza diventare troppo tecnico qui, in sostanza, registra molte più informazioni per la produzione di video e foto di fascia alta.

Durata della batteria

La durata della batteria del DJI Mavic 2 è migliorata, ora in grado di volare per 31 minuti con una singola carica (rispetto ai 24 minuti del Mavic 1). Tuttavia, nell’uso del mondo reale, questi tempi sono un po’ alti.

Sono necessarie circa 1,5 ore per ricaricare queste batterie più grandi e il caricabatterie stesso ora include un cavo USB integrato per il radiocomando. Poiché è permanentemente collegato, non puoi perderlo. Molto maneggevole!

Impostazioni del DJI Mavic Pro 2

Migliori impostazioni video

Se stai cercando di catturare il filmato più cinematografico possibile, girare in 4K a 24p ti darà il miglior filmato.

Il Mavic ora può girare qualcosa chiamato H.265, che è un nuovo codec video molto più efficiente. Mentre questo è sicuramente il futuro del video, H.264 è ancora più facile da elaborare per la maggior parte dei computer.

Sono disponibili due versioni di 4K, 4K Full FOV e 4K HQ. Fondamentalmente, 4K HQ ritaglia lo zoom del filmato 4K su una cornice di 40 mm. Questo può essere utile per isolare un soggetto o comprimere uno sfondo grande per farlo apparire più grande, come montagne alte.

Ti consiglio di impostare manualmente il bilanciamento del bianco per i video, anziché tenerlo in automatico, quindi il bilanciamento del bianco non cambia durante le riprese.

Profili di colore

Se non classifichi il colore delle tue riprese, l’impostazione del profilo colore “Normale” funziona alla grande. Tuttavia, se usi tecniche di classificazione dei colori o LUT con software come Color Finale, probabilmente vorrai il profilo di colore piatto chiamato D-LOG M.

Una cosa da tenere a mente è che sotto il profilo “Normale” della fotocamera, Mavic scatta a 8 bit. Tuttavia, quando si utilizza il profilo D-LOG M, scatta in pieno a 10 bit (molti più colori possibili).

Ma il filmato D-LOG M appena uscito dalla fotocamera sembra molto insipido (apposta). Dovrai ripristinare il colore, il contrasto e la nitidezza utilizzando il software di modifica in seguito.

Migliori impostazioni fotografiche

Una delle caratteristiche più interessanti del Mavic 2 Pro per i fotografi in viaggio è la possibilità di modificare manualmente l’apertura della fotocamera per regolare messa a fuoco/luce.

In genere, la messa a fuoco dell’obiettivo della fotocamera può essere leggermente morbida con aperture molto aperte, come F/2.8. Ma possono anche essere un po’ morbidi se l’apertura è completamente chiusa, a F/11.

Ovviamente, puoi anche scattare in formato RAW con Mavic, che aiuta a salvare quante più informazioni possibili per la flessibilità nella post-elaborazione successiva.

Modalità di volo intelligenti

Il Mavic 2 viene fornito con tutte le modalità di volo intelligenti standard, come “Point Of Interest”, “Cinematic” e “Quick Shots”.

La modalità treppiede non è più qui, che è stata spostata sull’interruttore laterale sul radiocomando: una modifica molto piacevole. Accesso molto più veloce.

I Quick Shots dicono al drone di pilotare schemi complicati che sarebbe molto difficile da fare da soli senza tonnellate di esperienza di volo, come volare cerchi perfetti mentre si alza in volo e mantenendo un soggetto inquadrato.

Active Track 2

Mavic 2 ha un sistema Active Track nuovo e migliorato, che è molto più facile da usare. Può identificare più soggetti (veicoli, persone, ecc.) e fare semplicemente clic su quello che si desidera avviare il monitoraggio.

A causa dell’aumento del numero di sensori sul drone (ce ne sono 10 ora), è molto meglio manovrare attraverso spazi ristretti con ostacoli sopra, sotto, ai lati, davanti e anche dietro di esso.

Active Track si avvia in modalità “SAFE”, che ne limita la velocità, tuttavia è anche possibile disattivarlo. Fai attenzione che il sistema per evitare gli ostacoli non funzionerà a velocità superiori a 26 mph.

NOTA: i sensori laterali non sono sempre attivi. Si accendono solo durante la funzione Active Track, Modalità treppiede e Scatti rapidi.

Modalità APAS

Il Mavic 2 è dotato di una nuova modalità Advanced Pilot Assistance (APAS) che utilizza i sensori della fotocamera per volare automaticamente attorno agli ostacoli anziché fermarsi di fronte a loro.

In precedenza i droni DJI si fermavano quando incontravano un ostacolo, ma il Mavic 2 è abbastanza intelligente da trovare una rotta alternativa e continuare a volare.

Modalità hyperlapse

Il Mavic 2 ha anche una nuova modalità chiamata “Hyperlapse”. Fondamentalmente, questo gira fantastici video in time-lapse in movimento dal drone, con un lavoro minimo da parte tua.

Lo fa scattando più foto durante un determinato periodo di tempo durante il volo. Puoi consentire al drone di elaborare il video clip stesso o scegliere di salvare le foto, modificarle e convertirle in un video time-lapse in un secondo momento.

Basta sapere che questo processo può richiedere tra 5-8 minuti per un video clip di 5 secondi, quindi consumerà una buona parte della batteria (circa il 30%).

Accessori DJI Mavic 2

Il DJI Mavic 2 è dotato di molti accessori appositamente realizzati sia da DJI che da PGYTECH.

Gli accessori per Mavic 2 si possono visualizzare e acquistare dal nostro sito dji store.

Leave a Reply