Piccola meraviglia: un’intervista con il team Osmo Pocket Design

dji_osmo_pocket

Nel novembre 2018, DJI ha presentato al mondo un nuovo prodotto progettato per rivoluzionare il modo in cui fotografiamo e realizziamo video stabili e fluidi. E’ stata introdotta una fotocamera 4K altamente portatile, montata su un gimbal a 3 assi, abbastanza piccola da stare facilmente in tasca. Questo mini, potente dispositivo, Osmo Pocket è stato concepito dall’idea che tutti possono catturare filmati mozzafiato delle loro avventure della vita.

Per dare un’occhiata a come il team DJI responsabile della progettazione ha dato vita a questo prodotto, ci siamo seduti con i designer Jeremy Kim, Aaron Wang e Ben He nell’ufficio di Shenzhen dell’azienda.

Origini

Osmo Pocket nasce dal concetto di portare dall’aria nelle mani i famosi gimbal dei droni DJI. Questo è iniziato con il primissimo Osmo, che era la fotocamera gimbal Zenmuse X3 dell’Inspire 1, montata su un’impugnatura portatile. L’evoluzione dei droni DJI ha favorito dimensioni compatte, caratteristiche intelligenti e capacità uniche, e con il Mavic Pro si presenta al team di sviluppo Osmo il prossimo obiettivo per gli stabilizzatori portatili.

Aaron, che ha guidato la parte iniziale del processo di progettazione, ha affermato che la progettazione di un prodotto come Osmo Pocket ha comportato lunghe sfide e discussioni su potenziali funzionalità, fattore di forma e tecnologia, solo per citarne alcuni.

dji osmo pocket design

“Nel 2016, abbiamo inizialmente creato una fotocamera a forma di scatola, forse la metà di un mattone. Aveva uno schermo posteriore e una fotocamera con combinazione di gimbal che potevano essere dispiegati dall’alto per l’uso.”

Tuttavia, questo prototipo ha destato preoccupazioni, principalmente a causa dell’usura, delle dimensioni e dell’usabilità in generale. Ingombranti e poco maneggevoli, i concetti successivi si sono concentrati su una costruzione minimale ma sofisticata.

Trasformazioni

osmo pocket

La Osmo Pocket di oggi è l’esempio perfetto di come la forma segue la funzione. Portatile, unica e dal design intuitivo, questa fotocamera capace è la miscela ideale di tecnologia e design.

“Inizialmente, c’erano così tante idee per funzioni e caratteristiche che mi sembrava quasi che Osmo Pocket si stesse trasformando in un supercomputer”, ammise Aaron ridendo.

Dopo aver affrontato le sfide del primo prototipo, i progettisti sono stati in grado di elaborare rapidamente il progetto successivo senza esitazione, poiché tutte le direzioni indicavano una forma minima che poteva facilmente adattarsi a una mano.

osmo pocket

“La seconda concezione è quasi la stessa del nostro Osmo Pocket finale, tranne per il fatto che aveva una porta di connessione per smartphone dove lo schermo è attualmente posizionato, che consente riprese video verticali”, ha dichiarato Jeremy Kim, capo del team di progettazione industriale di DJI. “Un’altra differenza è che non c’erano pulsanti o uno schermo per consentire l’uso autonomo.” Da lì, il team ha iniziato a considerare l’esperienza dell’utente. Come designer di DJI, sapevano che la loro missione era quella di rendere la tecnologia complessa facile, semplice, intuitiva e accessibile a tutti.

“Sapevamo che era necessario per noi rendere Osmo Pocket utilizzabile senza smartphone, ma offrire comunque la possibilità di collegare il proprio dispositivo mobile per un uso esteso. Abbiamo aggiunto due pulsanti multiuso ma volevamo comunque mantenerlo al minimo, quindi abbiamo aggiunto un touchscreen per offrire una varietà di funzionalità.”

Nel 2017, il team ha trovato un modo per rendere Osmo Pocket abbastanza semplice da capire, oltre a dotarla di una varietà di funzionalità avanzate per coloro che volevano di più.

Ogni dettaglio conta

Ben, che ha preso il comando nelle fasi finali del design, ha affermato che le dimensioni di Osmo Pocket sono state ispirate dal rossetto e dalla batteria 18650 di Tesla, che ha un diametro di 18 mm e una lunghezza di 65 mm.

“Ovviamente, questo prodotto doveva adattarsi a tutte le tasche – jeans, camicia, vestiti, qualsiasi cosa – che è un obiettivo piuttosto estremo. Essere in grado di stare in tasca significa molto di più delle sole dimensioni. Significa anche che non hai bisogno di nient’altro come una borsa per trasportarla separatamente, permettendoti di portarla ovunque, in qualsiasi momento”.

osmo pocket

Montare ogni componente in un piccolo fattore di forma senza compromettere le prestazioni è stato un compito difficile e nessun dettaglio è stato risparmiato. I cavi dovevano essere più sottili, quindi sono stati riprogettati per essere ancora più sottili. Per evitare il surriscaldamento, sono stati incorporati materiali diversi.

La più grande considerazione si è rivelata la porta di connessione. Inizialmente, questa porta era integrata e sporgeva dal lato sinistro del prodotto; questo ha costretto a considerare due diverse versioni di Osmo Pocket per dispositivi Apple e Android.

“Qui è quando abbiamo trovato la soluzione di un connettore intercambiabile per diversi modelli di smartphone”, ha dichiarato Jeremy. “Abbiamo quindi trascorso le successive settimane a decidere le dimensioni del connettore. Quanto più grande è diventato, tanto più bassi sono stati i pulsanti di accensione e registrazione, rendendone più difficile l’utilizzo con una sola mano.”

osmo pocket

Dopo ulteriori considerazioni, prove ed errori, Jeremy e il suo team hanno finalizzato la porta universale e gli adattatori per smartphone che abbiamo oggi, un aspetto del design di cui Jeremy è più orgoglioso.

Possibilità

I primi progetti di Osmo Pocket nel 2015 hanno dovuto affrontare una sfida essenziale: non avere altri prodotti con cui confrontarli. Sorprendentemente, questo non ha fatto pressione sul compito. Come dice Jeremy, “Non stiamo parlando di smartphone o computer che le persone conoscono già bene e con cui hanno familiarità, quindi è sempre una sfida. Ma eravamo più sicuri con Osmo Pocket.”

osmo pocket

“Sin dal rilascio del primo Osmo, abbiamo studiato le tendenze del mercato come il vlogging e analizzato il modo in cui i clienti hanno utilizzato questi prodotti. Sulla base di queste informazioni, credevamo nella capacità di Osmo Pocket di cambiare la percezione delle telecamere per la registrazione nella vita quotidiana”.

In effetti, il principale obiettivo del team era sempre quello di realizzare un prodotto che si adattasse a tutti i nostri elementi essenziali quotidiani. Volevano che la loro fotocamera diventasse come il telefono, il portafoglio e le chiavi, elementi senza i quali non potevi uscire di casa.

Impatto

Dopo la sua uscita a novembre, Osmo Pocket ha reso nota la sua presenza. Le persone abbracciano questa fotocamera portatile e ne escono altri accessori di terze parti, sfruttando ciò che questo dispositivo compatto ha da offrire.

osmo pocket

“È sempre divertente vedere come le persone giocano con i nostri prodotti e ci ispira”, ha osservato Aaron. “Il feedback degli utenti guida il nostro prossimo progetto, tanto che è il primo passo, perché possiamo quindi pensare in modo creativo da diverse angolazioni al fine di risolvere nuove sfide. Queste idee possono diventare i concetti per nuovi prodotti, quindi non vediamo l’ora di sentire la storia di ciascun utilizzatore di Osmo Pocket.”

osmo pocket