MLB testa i droni per la copertura aerea delle partite di baseball

La MLB (Major League Baseball) sta dimostrando di essere pronta a innovare anche con la copertura televisiva del gioco, presentando feed video da un drone DJI durante un torneo universitario questo fine settimana.

In un segno che il passatempo preferito dell’America è quello del Baseball, MLB ha schierato un DJI Inspire II su determinate azioni durante il torneo di baseball collegiale “MLB4” a Scottsdale, Arizona. Oltre ai sorvoli per catturare l’intera distesa del campo e dello stadio, i piani prevedevano anche che l’UAV seguisse i battitori che giravano intorno ai sacchi e accompagnassero i lanciatori nei loro spostamenti tra le panchine e il tumulo. Altre potenziali situazioni erano riprese aeree di soccorritori che entravano al trotto dal bullpen e scenari di fine gioco.

Le riprese dei droni consegnate da DJI dalla MLB sarebbero state presentate in un paio di partite tra l’UC Berkeley e l’Università di Houston e la Texas Christian University contro lo stato di San Diego ai Salt River Fields, la sede condivisa degli allenamenti primaverili degli Arizona Diamondbacks e del Colorado Rockies .

Il DJI Inspire II è stato fornito con configurazione di un gimbal Zenmuse X7. Il velivolo era gestito da un solo pilota supportato da uno spotter e i preparativi per aggiungere la copertura aerea iniziarono sei settimane intere prima del torneo. Oltre a riprendere l’interno del parco e le aree esterne durante le pause di gioco, l’UAV era stato testato per un dispiegamento sicuro intorno al cortile senza creare rischi per le persone sottostanti.

Finora, la maggior parte dell’uso dei droni nella copertura del baseball ha comportato riprese relativamente alte e remote di vaste aree, proprio come il gioco Field of Dreams dell’anno scorso, essenzialmente immagini pastorali durante le pause. Ma la MLB afferma che il suo dispiegamento del DJI Inspire II ha cercato di avvicinare i droni all’azione, ai giocatori e al baseball reali di cui i fan non ne hanno mai abbastanza.

“Il nostro piano è di fare molto di più che semplicemente ottenere scatti di bellezza”, ha detto Chris Pfeiffer, produttore coordinatore senior, eventi dal vivo, MLB Network, a Sports Video Group News alla vigilia del torneo. “Farà parte del piano, ma il motivo principale per cui siamo qui è usare (il drone) per aiutare nella copertura di una partita di baseball. Se c’è un fuoricampo, quel drone sta lasciando il suo trespolo e segue il battitore attorno alle basi. Sarà sul campo durante l’azione. Faremo scatti davvero fantastici mentre è là fuori… Non sono sicuro che qualcuno abbia già visto qualcosa del genere in una partita di baseball. Siamo davvero entusiasti di questo”.

Per ora solo gli abbonati di MLB.tv che si sono sintonizzati possono dire come si sono comportati i droni DJI nel volo inaugurale dei droni del baseball durante il gioco (sebbene la loro capacità di catturare filmati sorprendenti durante gli allenamenti fosse già stata dimostrata dallo straordinario pilotaggio di Jaybyrdfilms di Jay Christensen).

Ciò che è noto, tuttavia, è che proprio come Baseball Inc. ha aperto i cieli sopra Salt River Fields agli UAV, ha chiuso le clubhouse alle sue squadre per almeno una settimana. Lo stesso giorno in cui DJI e il suo drone hanno ripreso lo sport diversi metri sopra il diamante, la MLB ha annunciato di aver posticipato l’inizio dello Spring Training per almeno una settimana, poiché la sua disputa di lavoro e il blocco dei giocatori continuavano senza fine vista.

Related Posts

Leave a Reply