Il ruolo delle mappe verdi NDVI in agricoltura

dji_matrice_300

NDVI è l’indice di vegetazione più diffuso nel telerilevamento utilizzato dagli agricoltori di tutto il mondo. In questo articolo approfondiremo i dettagli di NDVI, spiegheremo cosa significa, quando e perché viene utilizzato e analizzeremo i principali vantaggi.

Cos’è un indice di vegetazione?

È una combinazione matematica di poche bande spettrali che migliorano il contrasto tra vegetazione e suolo nudo. Aiuta anche a misurare le caratteristiche della pianta come vigore, biomassa, densità e altro.

NDVI o The Normalized Difference Vegetation Index è un indicatore popolare che aiuta a misurare la salute della vegetazione. In altre parole, è un indicatore che consente agli esperti di misurare la biomassa fotosinteticamente attiva. Aiuta a vedere la differenza tra il vicino-infrarosso e la luce rossa.

Questo indice di solito varia da -1 a +1. Aiuta gli esperti del settore agricolo a determinare lo stato generale della vegetazione, visualizzare le aree vegetate e identificare i cambiamenti anomali che possono danneggiare la vegetazione.

Come calcolare NDVI?

Esiste una formula specifica che aiuta gli esperti a misurare l’NDVI:

formula ndvi
NIR significa luce nel vicino infrarosso;
Red significa luce rossa visibile.

Approfondiamo i dettagli di questo processo. Il fatto è che una vegetazione sana riflette il vicino infrarosso e la luce verde. Tuttavia, le piante sane assorbono molta più luce blu e rossa. Ecco perché possiamo vedere la vegetazione verde. Tali sensori satellitari come Sentinel-2 e Landsat hanno bande rosse e NIR.

Grazie a questa formula, gli esperti possono calcolare valori compresi tra -1 e +1. Se la riflettanza nel canale rosso è troppo bassa e troppo alta nel canale NIR, significa che il raccolto ha un valore NDVI molto alto.

Oggi, questo metodo è considerato un modo standardizzato per capire quanto sia sana la vegetazione. Quando i valori sono alti, allora va tutto bene. Quando i valori sono troppo bassi, ci sono alcuni problemi con la vegetazione.

indice salute vegetazione

L’indice di salute della vegetazione varia da 0,2 a 0,5; la cattiva vegetazione solitamente rientra nell’intervallo 0,1 – 0,2. Tuttavia, dovresti essere molto attento durante il calcolo. Molto dipende dalla stagione, dalle peculiarità regionali e dal tipo di pianta.

Quali sono i principali vantaggi di NDVI?

Ecco un elenco completo dei principali vantaggi delle mappe NDVI:

Gli esperti possono saperne di più sui vincoli del suolo (drenaggio, sale, ombra, ecc.);

  • Carenze nutrizionali;
  • La capacità di controllare rapidamente grandi aree;
  • Carenze di irrigazione;
  • Stabilimento di germinazione;
  • Ulteriori informazioni sulle malattie del suolo;
  • Trova zone a bassa materia organica;
  • Stabilire le aree delle malattie alle radici;
  • Creazione di zone di raccolta dettagliate;
  • Identificare la presenza di insetti;
  • Trova aree che non bagnano.

I dati di mappatura NDVI ad alta risoluzione sono lo strumento principale degli agricoltori moderni.

Quali sono gli usi principali di NDVI?

Grazie al software di mappatura dei droni, gli esperti di questa nicchia possono ottenere molti vantaggi da NDVI creando mappe complete che possono convertire facilmente le cifre (da -1 a +1) in colori che consentono agli utenti di valutare rapidamente i risultati.

indice ndvi

Nel complesso, NDVI e il software di mappatura dei droni possono essere utilizzati nei seguenti casi.

Trova problemi con il raccolto prima che si trasformino in un problema serio

NDVI consente agli agronomi di identificare le colture stressate anche prima che l’occhio umano possa rilevarlo. È chiaro che le colture di solito si stressano prima nel NIR e NDVI consente loro di vederlo prima che si trasformi in un problema serio. Gli agricoltori possono vedere funghi, malattie, parassiti, ecc.

Monitora i campi più velocemente

Non è necessario seguire personalmente il tuo campo per trovare aree danneggiate. Invece, puoi individuare i problemi con i droni e la mappatura NDVI. Al termine della ricerca, puoi andare direttamente all’area del problema e prendere misure che possano risolverlo.

Crea mappe di prescrizione

Quando tutti i problemi sono stati localizzati e le mappe sono state finalmente create, un esperto può caricare i dati su un software specifico per analizzare la variabilità nei campi e creare una mappa completa delle prescrizioni. Di conseguenza, puoi spruzzare solo alcuni settori. Questo ti aiuterà a risparmiare denaro e a migliorare lo stato delle tue colture.

Monitorare la salute delle colture

Inoltre, NDVI è uno strumento indispensabile per monitorare la salute delle piante. L’obiettivo principale delle mappe NDVI è monitorare lo stato delle colture durante l’intera stagione di crescita. Inoltre, questo strumento può aiutare a trovare le migliori condizioni di crescita per le piante. Questo indice di vegetazione è il principale indicatore di verde e i suoi valori hanno una correlazione estremamente elevata con la resa delle colture.

Che tipo di fotocamera viene utilizzata per i droni?

Esistono due soluzioni:

  • Una telecamera RGB standard che supporta l’algoritmo VARI.
  • Una fotocamera modificata in grado di catturare la luce vicino infrarosso.

Se hai già un DJI Mavic, DJI Phantom o DJI Inspire, puoi aggiungere sensori NDVI che possono aiutarti a creare mappe NDVI dettagliate. Di conseguenza, trarrai pieno vantaggio dal tuo aggiornamento e potrai ottenere il massimo dai tuoi dati, dalla mappatura dell’elevazione al rilevamento delle infestanti e all’analisi della popolazione.

RedEdge-MX Dual e DJI Matrice 300 RTK: la migliore soluzione per la mappatura NDVI

Oggi esistono molte soluzioni per la mappatura NDVI, ma il successo della tua indagine dipende dalla tecnologia che stai utilizzando. La soluzione migliore, in questo, è l’utilizzo di RedEdge-MX Dual e DJI Matrice 300 RTK. È la migliore combinazione per l’applicazione della ricerca sulla vegetazione.

DJI Matrice 300 rtk con rededge dual

Il vantaggio principale di RedEdge-MX Dual è che questa soluzione garantisce il rilevamento remoto più avanzato grazie a due telecamere a cinque bande. Il dispositivo può essere integrato con quasi tutti i droni, ma con DJI Matrice 300 RTK è possibile effettuare un’analisi completa del verde. Le migliori opzioni di questa fotocamera sono le seguenti:

  • La capacità di confrontare le immagini con i dati satellitari Sentinel e Landsat;
  • Gli utenti possono elaborare facilmente i dati utilizzando Agisoft, Pix4D e altri software;
  • Monitorare gli ambienti con acque poco profonde;
  • Rendere l’analisi della clorofilla più veloce ed efficiente.

Tutto sommato, è lo strumento migliore per misurazioni precise e ripetibili. Quando la fotocamera è integrata con il Matrice 300 RTK, otterrai una soluzione affidabile per le tue esigenze agricole. I principali vantaggi di questo drone sono la portata di 15 km, la classificazione IP45 e 55 minuti di volo. Ciò significa che puoi eseguire le tue operazioni quasi con qualsiasi condizione atmosferica. Con RedEdge-MX, stabilisce un nuovo standard nell’area agricola ed è considerata la soluzione migliore e più efficace per la mappatura NDVI.

RedEdge-MX

Nel complesso, l’NDVI è un potente indice che aiuta gli agricoltori a essere più efficaci nel loro lavoro. Oltre agli usi sopra menzionati, questo indice viene utilizzato anche per monitorare le condizioni dei pascoli, la siccità e persino aiutare nella previsione delle aree a rischio di incendio. Tali mappe vengono anche utilizzate per applicare vari fungicidi e monitorare quale soluzione porta a colture più resistenti. Inoltre, la gestione delle infestanti è più efficace con i dati satellitari. Le immagini NDVI sono una soluzione indispensabile che consente agli agricoltori di ottenere queste informazioni.