Fotografia paesaggistica con DJI Mavic 2 Pro e Exposure X4

dji_mavic_2_pro

Ciao! Siamo una coppia di appassionati di viaggi, bei paesaggi e, ovviamente, fotografia! Da molto tempo usiamo regolarmente Alien Skin e nell’ultimo periodo ci siamo molto appassionati alla fotografia aerea. Il nostro posto preferito al mondo è l’Islanda: con i suoi fiordi, le sue luci surreali, i suoi paesaggi che sembrano provenire da un altro pianeta, l’Islanda ha un posto speciale nel nostro cuore. Siamo tornati lì per la terza volta lo scorso settembre. Abbiamo scattato un sacco di fotografie con il DJI Mavic 2 Pro che abbiamo poi modificato con il software Exposure X4. Leggete questo articolo per scoprire di più sui nostri risultati!

Filmare con un Mavic 2 Pro

Di recente, DJI ha rilasciato due droni: il Mavic Pro e il Mavic Zoom. Noi avevamo acquistato il Mavic Pro e l’abbiamo usato per circa un anno, ma quando è uscito il Mavic 2 Pro, leggendo le caratteristiche aggiuntive che avrebbe avuto, abbiamo subito deciso di aggiungerlo alla nostra cassetta degli attrezzi. Noi in realtà non nasciamo come fotografi aerei, ma come fotografi professionisti tradizionali: amiamo la natura e le foto di alta qualità, ma ci intrigano molto anche le possibilità offerte dalle altezze.

La fotografia aerea ci entusiasma molto perché ci offre molte possibilità. Ci permette di avere una nuova prospettiva sui paesaggi che non saremmo mai stati in grado di raggiungere per un prezzo così conveniente prima di acquistare un drone. Le caratteristiche del Mavic 2 Pro sono un passo in avanti per i fotografi aerei che amano la portatilità e, fin dal nostro primo viaggio in Islanda, siamo rimasti veramente colpiti. Il Mavic 2 Pro è un’aggiunta favolosa alla nostra cassetta degli attrezzi.

La fantastica qualità dell’immagine di Mavic 2 Pro

La caratteristica migliore del Mavic 2 Pro è l’impressionante qualità dell’immagine. La fotocamera nel nostro Mavic Pro originale era di 12 megapixel e anche se era sempre un grande pezzo del nostro equipaggiamento, la qualità delle fotografie non era il massimo quando la confrontavamo con le nostre macchine fotografiche mirrorless. Questo non è più un problema, perché il nuovo Mavic 2 Pro è aggiornato con una fotocamera Hasselblad 20 megapixel con un sensore di un pollice. Il Mavic 2 Pro supporta anche un profilo di colore 10-bit Dlog-M che offre più versatilità per quanto riguarda le combinazioni e le gradazioni di colore, fatto che permette di sfruttare al massimo la propria creatività in post-produzione.

DJI Mavic 2 Pro paesaggio

L’aggiornamento a 20 megapixel è un’evoluzione fantastica nella fotografia aerea e ci ha veramente permesso di usare al massimo la fotografia aerea durante il nostro viaggio in Islanda. Ora, se vogliamo zoomare, tagliare o allargare un’immagine scattata con il Mavic 2 Pro, non avremo problemi e non perderemo troppa qualità. È anche importante notare che il drone scatta immagini sia in JPEG che RAW e che le registra su una carta microSD. Scegliamo sempre di scattare in entrambi i formati per assicurarci una libertà massima durante la post-produzione.

Questa immagine scattata alla cascata Skogafoss in Islanda è l’esempio perfetto per mostrare la qualità del Mavic 2 Pro di DJI. Questa è anche la prima immagine che abbiamo scattato con il Mavic 2 Pro in Islanda. Quello che vedi qui è una foto non modificata come è venuta direttamente dalla macchina fotografica. Già durante la prima ispezione, potresti vedere che la qualità sembra essere fantastica.

DJI Mavic 2 Pro paesaggio

Anche se il Mavic 2 Pro è fornito di una fotocamera aggiornata, non presenta una modalità “ritratto” come era invece per il Mavic Pro. Per fortuna, ciò non importa perché la qualità a 20 megapixel permette di tagliare la foto successivamente. Volevamo fare un ritratto di questa foto della cascata Skogafoss, in modo tale da poterlo condividere sui nostri account Instagram o Pinterest. Ecco come appare una versione tagliata da questa immagine.

Come potete vedere, la qualità dell’immagine non è ridotta per niente e tutte le caratteristiche del paesaggio sono perfettamente chiare. Potete anche vedere che le piccole pecorelle sulla foto sono chiara e messe a fuoco. Riuscite a vederle?

DJI Mavic 2 Pro paesaggio

Infine, diciamo che volevamo fare un vero taglio netto di questa immagine. A volte, i tagli stretti sono necessari per la fotografia e ciò non cambia quando si fotografa da un drone. Come potete vedere, anche se tagliamo questa immagine non modificata fino a quando riusciamo a vedere solo la cascata di Skogafoss, rimane sempre una grande qualità dell’immagine. Tutto, dal dettaglio della cascata fino alle scogliere rocciose che la circondano, è chiaro e messo a fuoco e la riduzione è relativamente minima quando si compara con l’immagine originale non tagliata.

Questa è una seria messa in discussione della superba qualità dell’immagine del Mavic 2 Pro. Se sei un fotografo tradizionale con una macchina fotografica DSLR e ti sei trattenuto dall’usare la fotografia aerea perché sei preoccupato dalla potenziale riduzione della qualità, ora è arrivato il momento di non preoccuparti più. Il Mavic 2 Pro ti lascerà di stucco!

DJI Mavic 2 Pro paesaggio

Usare il Mavic 2 Pro con poca luce

Cosa succede se vogliamo fare uno scatto con poca luce con il Mavic 2 Pro? Quando eravamo in Islanda, passavamo gran parte della giornata spostandoci da un lato all’altro del paese, passando di fatto 8 ore al giorno in macchina. Spesso non arrivavamo in tempo alla località prescelta per l’ora del tramonto. Quando siamo arrivati ai Westfjords, il sole era già tramontato, ma sapevamo che volevamo mandare comunque il Mavic 2 Pro in aria per testare le sua caratteristiche nella luce fioca.

Per gli scatti serali, la nuova caratteristica HyperLght di Mavic 2 Pro è un’impostazione fantastica, progettata per valorizzare le tue immagine e allo stesso tempo ridurre il rumore di fondo. È anche importante notare che il Mavic 2 Pro ha una gamma di Iso da 100-12800 che è incredibilmente comodo quando si fotografa al buio o in situazioni con poca luce. Il nostro vecchio Mavic Pro aveva una gamma di 100-3200 quindi abbiamo subito notato un miglioramento significativo.

Nell’immagine sottostante, siccome c’era ancora un po’ di luce rimasta tra le nuvole, abbiamo fotografato in modalità manuale. In seguito, parleremo di nuovo del colore e della luce quando parleremo di Exposure X4. Nel frattempo, volevamo mostrarvi com’è una foto che viene direttamente dalla macchina fotografica di Mavic 2 Pro. Aspetta solo fino a quando vedrai il “dopo” più avanti in questo articolo!

DJI Mavic 2 Pro paesaggio

Volevamo testare la qualità dell’immagine di Mavic 2 Pro in situazioni con scarsa luce, quindi, come puoi vedere, abbiamo tagliato l’immagine non modificata. Quando abbiamo controllato l’immagine tagliata, ci siamo accorti che i dettagli non avevano perso molto in qualità. Si possono vedere le linee della strada, il dettaglia nell’acqua e nella spiaggia, le rocce attorno ai fiordi. Eravamo abbastanza impressionati dal miglioramento con le foto con scarsa luminosità e anche da altre caratteristiche addizionali come la modalità “treppiedi” che rende il Mavic 2 Pro un grande plus per il tuo equipaggiamento. La modalità treppiede rallenta la velocità del drone fino a 2.2 mph, cosa che permette una fotografia aerea notturna più semplice anche con scarsa luce.

DJI Mavic 2 Pro paesaggio

Modificare la fotografie del Mavic 2 Pro in Exposure X4

Abbiamo modificato le nostre foto con Alien Skin Exposure per il molti anni per il nostro lavoro. La maggior parte delle nostre foto sono stare ritoccate con Exposure; è il nostro strumento preferito per quanto riguarda la modifica del colore.

Per molti anni, Alien Skin ha aggiunto sempre più miglioramenti a Exposure. L’ultima uscita, Exposure X4, offre nuove caratteristiche, come una migliore resa nella conversione dal RAW, strumenti di gradazione colore avanzati, collezioni intelligenti per organizzare le immagini, e anche altri effetti e immagini che si possono incollare e ruotare sulle fotografie. Alien Skin ha permesso a Exposure di svilupparsi così tanto che lo ha reso un incredibile strumento di modifica!

Siccome usiamo di già Exposure nel nostro lavoro con le fotografie DSLR/Mirrorless, eravamo entusiasti di usare Exposure X4 e tutte le nuove caratteristiche sulle nostre fotografie scattate con il Mavic 2 Pro in Islanda. Non potevamo aspettare di provare alcuni dei nostri strumenti preferiti insieme alle nuove installazioni che offriva Exposure X4.

Il recupero eccezionale di ombre e contrasti di Exposure X4

Il monte Vestrahorn, posizionato sulla costa est dell’Islanda, è uno dei nostri posti preferiti nel paese. Abbiamo pensato al nostro ritorno sul Vestrahorn per più di un anno e non avremmo mai immaginato che avremmo portato con noi un drone di 20 megapixel! Quando siamo arrivati, eravamo un po’ tristi che le ombre avessero coperto la montagna, ma quando se ne sono andate, ci siamo accorti che lasciavano dietro di sé un’atmosfera molto malinconica.

Abbiamo fatto questa fotografia con il Mavic 2 Pro in Raw e modalità manuale. Sfortunatamente, durante lo scatto, non abbiamo fatto un buon lavoro di bilanciamento del bianco, fatto che ci ha portati a un contrasto troppo esagerato tra il cielo e le nuvole che ha spento tutto. Si può vedere la fotografia non modificata in Raw aperta in Alien Skin. Guarda bene il cielo.

DJI Mavic 2 Pro

Fortunatamente, sapevamo del nuovo aggiornamento di Exposure X4 e volevamo vedere se ci poteva aiutare a portare indietro i dettagli del cielo. Una delle migliori caratteristiche è la possibilità di modificare il recupero di ombre e contrasto, cioè qualcosa che questa foto islandese necessitava molto. Abbiamo caricato l’immagine del Vestrahorn su Exposure e abbiamo usato il nuovo strumento per ombra e contrasto, e potevamo recuperare tutti i dettagli che inizialmente sembravano persi nell’immagine non modificata. Come si può vedere, usando lo strumento per il controllo di contrasto e le ombre, siamo stati capaci di conferire profondità e dramma a un’immagine che inizialmente sembrava veramente “piatta”.

DJI Mavic 2 Pro

Lo strumento di layering dell’esposizione ci ha aiutati molto a trasformare quest’immagine portandola dal piatto “prima” all’impressionante “dopo”. Contrariamente ad altri programmi di correzione colore sul mercato, Exposure offre la possibilità di creare livelli e maschere, proprio come Photoshop.

Nello screenshot sottostante, si possono vedere tutti i livelli usati per creare questa immagine, nella sezione in alto a destra. Se guardi meglio, puoi anche vedere le maschere e i punti esatti che abbiamo ritoccato.

DJI Mavic 2 Pro

Abbiamo usato i livelli per ottenere il riflesso che volevamo sul cielo, sull’acqua e la sabbia. In realtà, volevamo mettere la montagna in secondo piano, per dare risalto alla splendida sabbia nera, però non volevamo rovinare la foto: i livelli ci hanno permesso di modificare solo le aree che volevamo. Allo stesso modo, volevamo colorare in modo diverso l’acqua e il cielo per aggiungere profondità e dramma ed Exposure ci ha permesso di trattare le aree individualmente. La funzionalità a livelli di Exposure è uno dei nostri strumenti preferiti e accoppiato con lo strumento per il contrasto e le ombre, siamo stati capaci di creare una grande modifica finale della nostra fotografia aerea con Mavic 2 Pro.

Vi ricordate quella foto dei Westfjords che abbiamo scattato con il Mavic 2 Pro? L’abbiamo scattata quando era molto buio e il Mavic ha fatto un gran lavoro a scattare nella luce scarsa. Ora che siamo passati alla post-produzione, abbiamo caricato l’immagine su Exposure per vedere cosa potevamo fare.

DJI Mavic 2 Pro paesaggio

Per recuperare questa immagine su Exposure, prima abbiamo illuminato l’immagine usando una combinazione di modifica dell’esposizione e lo strumento Curve. Amiamo il fatto che Exposure offra uno strumento preciso per la modifica delle curve, perché ci permette di variare e veramente raggiungere il look e l’emozione che vogliamo trasmettere.

Puoi vedere come abbiamo cominciato a schiarire l’immagine usando le curve se guardi alla destra dell’immagine sottostante. Come puoi vedere sulla sinistra dello screenshot, avremmo anche potuto scegliere di usare uno dei molti preset offerti da Exposure. Se avessimo dovuto modificare molte immagine dello stesso set, avremmo creato il nostro preset e l’avremmo salvato per le applicazioni future. Siccome abbiamo solo modificato una fotografia del set, non abbiamo usato per niente presettaggi e abbiamo modificato manualmente.

DJI Mavic 2 Pro

Siccome questa immagine era stata scattata al buio, non volevamo illuminarla moto con il rischio di perdere la qualità presentata dal Mavic 2 Pro. Abbiamo lavorato con i nostri strumenti Exposure preferiti tra cui le curve, i livelli e il bilanciamento del bianco per portare l’immagine in vita senza farla sembrare troppo finta, troppo costruita o troppo chiara per il momento del giorno in cui è stata scattata. Questo ci ha permetto di modificare una versione realistica di come i Westfjords apparivano realmente durante la nostra visita. Qui troverai la modifica finale di questa immagine!

DJI Mavic 2 Pro paesaggio

Come puoi vedere, modificare in Exposure X4 permette veramente di portare in vita le tonalità di colore e i dettagli catturati con il nostro Mavic 2 Pro in Islanda. L’Islanda è uno dei nostri posti preferiti al mondo per una fotografia paesaggistica e anche se non abbiamo sempre avuto le condizioni ideali tutti i giorni (ha piovuto molto!) siamo stati comunque capaci di lavorare con Eposure X4 e il Mavic 2 Pro al nostro fianco!

Leave a Reply