Come evitare incidenti con il drone: 15 regole indispensabili

incidente_drone

Alcune precauzioni di sicurezza ti garantiscono voli sicuri. Queste regole per il buon pilota sono adatte per qualsiasi drone tu abbia. Non dimenticare nemmeno una di queste indicazioni e le probabilità di incidenti saranno quasi zero!

1. Simulatore

Prima di far volare il drone, addestra le tue abilità da pilota con l’uso del simulatore disponibile nell’app DJI GO. Si consiglia di fare pratica per almeno un paio di ore prima di  cimentarsi nel volo vero e proprio con il tuo drone. Prendi confidenza con il radiocomando del drone ma anche sulla corretta direzione da dare al drone in volo! Questo è un aspetto importante, devi sempre avere in mente dove è rivolto il muso, la parte frontale del drone, perchè è in base a quella che esegue i movimenti verso destra e sinistra. Ad esempio quando il muso del drone è rivolto verso di te, se dai il comando verso destra, il drone si muove a destra rispetto al suo muso, ma alla tua sinistra! Presta attenzione a questo semplice passaggio. Ti eviterà inutili incidenti con ostacoli improvvisi o in movimenti che dovrai azionare all’ultimo istante.

È proprio in quelle situazioni in cui devi scegliere all’ultimo il comando per il tuo drone, che non puoi permetterti leggerezze, e rischiare di avere danni da riparare.

2. Manuale Utente

Leggi con attenzione il manuale di istruzioni del tuo drone. Devi conoscere tutte le funzionalità del tuo velivolo per pilotare in tutta sicurezza. Per molti noioso, ma è davvero indispensabile.

3. Primi voli a max 40 metri

Quando prendi in mano il radiocomando, già vorresti sbizzarrirti in prodezze aeree? Ma non è il caso! Inizia con voli vicini a te, con il drone sott’occhio, non oltre 30/40 m. Non ti distrarre con la fotocamera e gli scatti, concentrati sui comandi  e a gestire il drone in volo. La cosa più importante all’inizio è imparare a controllare il drone, poi hai tutto il tempo in seguito per divertirti con le foto.

4. RTH

Impara a gestire la funzione Return to Home per un rientro sicuro del drone verso il punto di partenza. Puoi utilizzare RTH in modalità manuale, premendo il tasto RTH per avviare il rientro, o con l’app puoi selezionare modalità di rientro automatiche in caso di situazioni critiche, come carenza di carica o perdita segnale GPS

5. Altitudine RTH

Imposta l’altitudine di volo per la procedura RTH di rientro automatico a 100 m. Un’altitudine sufficiente per evitare ostacoli presenti nella traiettoria, come costruzioni o alberi. Un consiglio è sempre quello di scegliere traiettorie di volo che puoi tenere sotto controllo visivo, per poter intervenire subito in maniera manuale con i comandi

6. Attento agli ostacoli

Presta attenzione a non incrociare nella traiettoria di volo cavi dell’alta tensione o rami di alberi. Questo perché i sensori per evitare gli ostacoli non rilevano oggetti sottili. Soprattutto durante i primi voli è consigliabile farsi accompagnare da qualcuno che ti aiuti a controllare la presenza di questi ostacoli. Quattro occhi sono meglio di due!

7. Decollo Automatico

Per il decollo usa le funzioni automatiche e lascia volare il drone in posizione per almeno 30 secondi. Questo permette alla batteria di scaldarsi e se c’è qualche problema di carica o altro, il sistema avrà il tempo di avvisarti durante la fase di hovering, cioè in cui il drone è fermo in volo.

8. Temperatura delle batterie

Soprattutto in inverno con temperature inferiori ai 10°C, accendi il drone e fallo scaldare prima di iniziare il volo, sino a quando le batterie raggiungono 25°C. Puoi controllare la temperatura delle batterie nell’app DJI GO.

9. Direzione di volo

Non pilotare il drone all’indietro. I sensori di rilevamento ostacoli sono attivi nella direzione frontale nella maggior parte dei droni DJI. Se il drone viene pilotato all’indietro, non è possibile rilevare la presenza di alberi o linee elettriche.

10. Controllo visivo

Non fare sempre affidamento sulle funzioni di rilevamento ostacoli e ricorda che hanno una limitata affidabilità in condizioni di scarsa luce. Possono essere un valido supporto per la sicurezza di volo, ma è consigliabile tenere sott’occhio il drone, soprattutto in caso di presenza di ostacoli.

11. Evitare interferenze

Evita di pilotare il drone in zone in cui potrebbero esserci interferenza sulla trasmissione del segnale, come tralicci e cavi dell’alta tensione.

12. Arresto di emergenza

In caso di emergenza azionare il comando di arresto: muovere entrambi gli stick del radiocomando verso gli angoli inferiori interni per alcuni secondi. Questa combinazione  impartisce il comando al drone di stazionare in volo nel punto in cui si trova. Questa è un’operazione failsafe, che garantisce la massima sicurezza in volo per evitare incidenti in caso di presenza di ostacoli visti all’ultimo . Questa combinazione CSC è disponibile per i modelli DJI Phantom 3 e DJI Phantom 4. attenzione: nelle recenti versioni firmware è stata modificata la sequenza di arresto di emergenza. Leggere con attenzione il manuale utente del proprio drone.

13. Presenza di vento

Evita di pilotare il drone in caso di forte vento. Soprattutto i droni di dimensioni ridotte, sono estremamente sensibili alla velocità del vento, anche in relazione al tempo necessario per tornare all’Home Point.

14. Attenzioni agli animali

Alcune specie di uccelli sono disturbate dalla presenza dei droni. E’ possibile che gli uccelli attacchino il drone, che viene percepito come minaccia. Quindi non pilotare il drone vicino a storni o rapaci per non disturbarli.

15. Attenzione alle fasi di decollo e atterraggio

Le fasi di decollo e atterraggio sono molto delicate. E’ importante che l’atterraggio avvenga in luogo sicuro, privo di ostacoli e su una superficie possibilmente piana e non disconnessa. Non far atterrare il drone su acqua o sabbia. E’ consigliabile che il pilota prenda il drone in mano prima dell’atterraggio facendolo stazionare in volo. Si tratta di un’operazione che richiede esperienza e non è consigliata ai piloti  alle prime armi.

Queste sono 15 indicazioni di base per garantire la massima sicurezza per il tuo drone. Presta attenzione e segui questo elenco per migliorare sempre più le tue esperienze di volo.

Ora che conosci le basi per diventare un master, mettile all’opera e divertiti pilotando il tuo drone in tutta sicurezza.

Leave a Reply