Amazon e la frode a 5 stelle in UK

amazon

La società ha cancellato 20.000 recensioni sospette a seguito delle indagini del Financial Times

I migliori revisori di Amazon nel Regno Unito sembrano aver commesso frodi, lasciando migliaia di valutazioni a cinque stelle in cambio di denaro o prodotti gratuiti. La società ha ritirato 20.000 recensioni di prodotti a seguito di un’indagine del Financial Times.

Justin Fryer, il revisore numero uno di Amazon nel Regno Unito, ha lasciato una valutazione a cinque stelle in media una volta ogni quattro ore in agosto, secondo l’analisi del FT. Molte di queste recensioni riguardavano prodotti di aziende cinesi casuali. Fryer sembra quindi aver rivenduto i prodotti su eBay.

UNA VALUTAZIONE A CINQUE STELLE UNA VOLTA OGNI QUATTRO ORE IN MEDIA

Truffe come queste in genere iniziano sui social network e sulle app di messaggistica come Telegram, dove le aziende possono incontrare potenziali revisori. Una volta stabilita la connessione, il revisore sceglie un prodotto gratuito, quindi attende alcuni giorni per scrivere una recensione a cinque stelle. Dopo che la recensione è stata pubblicata, ricevono un rimborso completo e, a volte, un pagamento extra.

Amazon ha una regola specifica contro la pubblicazione di recensioni in cambio di “compensi di qualsiasi tipo (inclusi prodotti gratuiti o scontati) o per conto di chiunque altro”. Ma nove dei 10 migliori revisori nel Regno Unito sembrano aver infranto questa linea guida, impegnandosi in attività sospette. Le 20.000 recensioni rimosse sono state scritte da sette dei primi 10 revisori.

L’azienda è stata avvertita dell’attività di Fryer all’inizio di agosto. Almeno un utente di Amazon ha segnalato le discutibili valutazioni dell’uomo al CEO Jeff Bezos. A questo utente è stato detto che la società avrebbe indagato, anche se fino ad oggi non ha intrapreso alcuna azione.

Fryer sostiene che sicuramente non è stato pagato per pubblicare false valutazioni a cinque stelle, e dice che le sue inserzioni su eBay per prodotti “non utilizzati” e “non aperti” erano extra, secondo il Times.

Indipendentemente da ciò, la sua attività non è eccessivamente sorprendente. Le recensioni false sono un problema su Amazon da anni. A luglio, The Markup ha scoperto che i venditori erano impegnati in una serie di tattiche volte a manipolare le loro valutazioni sulla piattaforma, incluso il “dirottamento delle recensioni” in cui le vecchie valutazioni erano associate a prodotti nuovi, spesso non correlati.

Durante la pandemia di coronavirus, poiché sempre più persone fanno acquisti online, il problema è solo peggiorato. A maggio, il 58% dei prodotti su Amazon nel Regno Unito sembrava avere recensioni false, secondo Fakespot, un’azienda che analizza le frodi sulle valutazioni. “La portata di questa frode è sorprendente”, ha detto al Financial Times il CEO di Fakespot Saoud Khalifah. “Amazon UK ha una percentuale molto più alta di recensioni false rispetto alle altre piattaforme.”

In una dichiarazione un portavoce di Amazon ha affermato che la società analizza le recensioni prima che diventino pubbliche, elaborando 10 milioni di invii ogni settimana. “Vogliamo che i clienti di Amazon acquistino con fiducia sapendo che le recensioni che leggono sono autentiche e pertinenti”, hanno affermato. “Abbiamo norme chiare sia per i revisori che per i partner di vendita che vietano l’abuso delle funzioni della nostra community e sospendiamo, vietiamo e intraprendiamo azioni legali contro coloro che violano queste norme”.

Acquista i prodotti DJI direttamente dal DJI Store di Roma o Milano oppure dal sito ufficiale DJI Store.