5 motivi per cui questa società di servizi di rete utilizza Matrice 300 RTK

dji_matrice_300rtk

Il leader di mercato Bouygues E&S EnerTrans AG utilizza il nuovo drone resistente agli agenti atmosferici di DJI per garantire una fornitura di elettricità sicura e ininterrotta

Che i droni DJI rendano il lavoro di un ispettore di linee elettriche più sicuro ed efficiente non è una novità per le aziende che operano nel settore della fornitura di energia. Ma quando Bouygues E&S EnerTrans AG, filiale del colosso svizzero Bouygues E&S InTec AG, riconosce il potenziale del Matrice 300 RTK resistente alle intemperie, il messaggio è chiaro: questo drone è diverso da tutti gli altri.

Con sede a Zurigo, con uffici in Svizzera e Germania e 150 dipendenti che lavorano nel settore dell’alta e media tensione, Bouygues E&S EnerTrans AG si affida ai droni per ispezionare le linee elettriche dal 2014, ampliando successivamente la sua attrezzatura con prodotti DJI per affrontare una serie più ampia di sfide.

Dalle ispezioni di linee elettriche e fotovoltaiche alla modellazione aerea 3D e alle operazioni per conto della polizia, l’azienda svizzera è impegnata nel rilevare potenziali danni ed eseguire riparazioni sulle reti elettriche locali e nazionali tramite droni e sofisticate telecamere, tra cui Zenmuse H20T.

La recente aggiunta del drone industriale più resistente di DJI arriva in un momento in cui molto dipende dalla sicurezza dei dipendenti, dalle regolari prestazioni aziendali per garantire a tutti, ovunque, un accesso ininterrotto alla fornitura di energia, ancora di più quando i paesi di tutto il mondo entrano in un altro blocco e i servizi di base rimangono critici in mezzo alla pandemia.

  1. Operazioni in corso in condizioni meteorologiche avverse

Per un’azienda che è orgogliosa del proprio approccio unico alle ispezioni in cui le sezioni di rete non devono essere spente durante i test per garantire una fornitura interrotta di elettricità, contare su una piattaforma UAV resistente agli agenti atmosferici come il Matrice 300 RTK è la massima priorità .

test matrice 300 rtk sotto la pioggia

“Grazie alla certificazione IP45 esistente, il drone può essere utilizzato senza esitazione anche in caso di precipitazioni”, afferma Tschachtli, sottolineando l’importanza di poter offrire ai clienti il comfort di un accesso continuo all’elettricità in condizioni meteorologiche avverse.

  1. Un nuovo livello di sicurezza

Inutile dire che, grazie alla tecnologia dei droni, arrampicarsi sui tralicci dell’elettricità per motivi di ispezione è un ricordo del passato, ma questo è solo uno dei problemi che gli ispettori erano soliti affrontare nel loro lavoro quotidiano. Quando si tratta di ispezioni sulle linee elettriche, il Matrice 300 RTK porta il concetto di “sicurezza” a un livello completamente nuovo.

ispezione tralicci

“Nelle operazioni di volo, è importante mantenere un alto livello di forza mentale e concentrazione”, spiega Tschachtli. “Potremmo non vedere quali voltaggi e potenze vengono trasmessi dai sistemi e campi magnetici invisibili potrebbero disturbare i sistemi elettronici del drone.”

L’aggiornamento di OcuSync Enterprise e la crittografia AES-256 garantiscono una connessione e una trasmissione dati stabili e affidabili quando si vola in ambienti ad alta interferenza, con conseguenti operazioni sicure fisicamente e mentalmente.

Nel passaggio da M210 V1 a Matrice 300 RTK, ci sono anche alcune funzionalità aggiuntive che il team di Bouygues E&S EnerTrans AG considera inestimabili dal punto di vista della sicurezza. “Il telemetro laser dello Zenmuse H20T (compatibile solo con Matrice 300 RTK) può essere utilizzato per misurare la distanza dagli alberi dalle linee elettriche e le foto dettagliate di alta qualità da una distanza maggiore rendono il volo più sicuro”, afferma Tschachtli , confrontando le due piattaforme.

  1. Voli più lunghi, lavoro ininterrotto

Onorando il loro impegno a garantire un accesso ininterrotto alla fornitura di energia, la batteria di volo intelligente TB60 sostituibile a caldo significa quasi il doppio del normale tempo di volo per Bouygues E&S EnerTrans AG.

ispezioni aeree

“Abbiamo aumentato la nostra efficienza grazie al sistema di batterie sostituibili a caldo dell’M300 RTK”, afferma Tschachtli. “Non è necessario riavviare il velivolo quando si passa da una batteria all’altra e questo ha ridotto al minimo i tempi di fermo”

In ogni missione il tempo è tutto ma le batterie non sono l’unico componente che rende più efficiente il lavoro di ispezione. “La fotocamera è un grande sviluppo”, afferma Tschachtli, riferendosi al payload all-in-one H20T con caratteristiche termiche, zoom, laser e rgb. “Con lo stesso volo, è possibile raccogliere dati diversi senza dover cambiare la telecamera. Per il pilota così come per l’operatore, questo è molto utile ed efficiente in termini di tempo: un peso inferiore significa un volo più lungo”.

  1. Visione termica e perfetta integrazione

Non a caso il Matrice 300 RTK è stato etichettato come lo strumento dei sogni di un ispettore. Per Tschachtli, la visione termica e l’integrazione perfetta si distinguono rispetto a molte altre caratteristiche del Matrice 300 RTK.

Da un lato, le capacità di visione termica consentono di localizzare rapidamente e con precisione le aree danneggiate degli impianti fotovoltaici. Poiché le singole linee sono solitamente collegate con raccordi a pressare, se questi non sono realizzati correttamente o se si usurano, si verifica resistenza e il componente si riscalda. I nuovi cavi vengono quindi controllati per i difetti di fabbricazione dopo che sono stati messi in funzione per la prima volta.

Allo stesso tempo, Zenmuse H20T unisce tutti i sistemi di registrazione rilevanti per loro in un unico dispositivo. “In questo modo si risparmia molto peso al decollo e quindi si prolunga il tempo di volo”, afferma Tschachtli.

radiocomando matrice 300 rtk

“Ciò che ci ha colpito del Matrice 300 RTK è che il controllo di tutte le funzioni di registrazione tramite il touch screen integrato sul radiocomando intelligente è molto intuitivo, quindi rende le operazioni molto più semplici”, aggiunge.

  1. Lavoro silenzioso e non intrusivo

Una delle sfide che Bouygues E&S EnerTrans AG ha dovuto affrontare quando ha integrato i droni ai metodi di ispezione tradizionali, oltre a dover conciliare le esigenze operative e la conformità alle normative, è l’accettazione da parte del pubblico.

“Il Matrice 300 RTK è molto più silenzioso dei suoi predecessori. Accogliamo con molto favore questa significativa riduzione dei livelli di rumore perché significa che il nostro lavoro attira ancora meno attenzione da parte degli astanti”, afferma Tschachtli, elogiando le eliche high-altitude low noise del drone.