Smontare il DJI Mavic 2

dji_mavic_2_disassemblato

Da poco DJI ha mostrato i suoi nuovi droni consumer di punta: Mavic 2 Pro e Mavic 2 Zoom, che sono probabilmente i droni più avanzati mai realizzati.
Mavic 2 Pro è dotato della fotocamera Hasselblad L1D-20c in grado di catturare immagini di qualità iconica.
Inoltre, può rimanere in volo fino a 31 minuti alla velocità di 72 km/h. Oggi vi mostreremo il processo di smontaggio del DJI Mavic 2 Pro.

Queste sono le immagini del Mavic 2 Pro (a destra) e Mavic Pro (a sinistra).
Sapete perché vogliamo disassemblare il Mavic 2 Pro?
Il Mavic 2 Pro ha aggiornato alcuni componenti hardware.
Questo drone vanta sei sensori visivi mentre il Mavic Pro ne ha quattro; sfoggia la batteria 4S mentre il Mavic Pro porta una batteria 3S.
Inoltre, il suo sensore CMOS ha un’area di rilevamento attiva quattro volte più efficace rispetto all’originale Mavic Pro.
Rispetto al Mavic Pro, la dimensione del Mavic 2 Pro è leggermente più grande. Prima di tutto, iniziamo dal basso.

DJI Mavic 2 Pro e DJI Mavic Pro
DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro

Le viti nella parte inferiore sono piccole e sono installate saldamente.
Dopo aver estratto otto viti, rimuovere il coperchio.
Possiamo vedere la sua struttura interna, compatta e complessa, dalla quale possiamo dedurre che questo drone è difficile da smontare.
È necessario rimuovere molte viti. Il connettore wireless è sul retro. E le viti sono dietro il connettore.
La sua struttura interna è ben fissata da viti. Quindi, svitiamo altre otto viti.
Dopo aver rimosso il chip in cima, sotto di esso si trova un grande circuito stampato.
Questa grande scheda è composta da due circuiti stampati in un layout stretto.

DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro

Per evitare di danneggiare il drone, non abbiamo rimosso la copertura del modulo chip.
La ventola di raffreddamento sembra squisita. Si trova sopra il modulo chip. Successivamente, rimuoveremo la sua fotocamera e i sensori visivi.
Ci sono molte viti che ci aspettano da rimuovere. Possiamo notare che la struttura di questo drone ha un design diverso.
L’intera struttura e la sfera ammortizzante sono stati incorporati nella parte superiore, che è più solida e poco ingombrante.
E solo in questo modo può trasportare la fotocamera Hasselblad L1D-20c.

DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro

Dobbiamo rimuovere il coperchio superiore con forza poiché il coperchio superiore è ben fissato.
Abbiamo finalmente rimosso il coperchio superiore anche se non è stato facile. Tuttavia, arriva un problema più serio.
Il saldatore è necessario per l’ulteriore smontaggio. Il modulo GPS è posizionato in alto.
Questo design non solo consente al modulo di ricevere meglio il segnale ma riduce anche l’influenza di altri componenti elettronici sul segnale GPS.
L’IMU è collegato alla sfera ammortizzante, che può impedire all’IMU di essere disturbata dalla risonanza delle eliche.

DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro

È il piccolo modulo di rilevamento visivo nella coda.
Una serie di telecamere binoculari, due set di telecamere singole e un set di emettitore e ricevitore TOF a infrarossi sono stati integrati su un modulo così piccolo.
A proposito, sul modulo della fotocamera sono stati integrati solo tre obiettivi della fotocamera che Huawei P20 Pro offre.
In effetti, un obiettivo fotografico viene sempre fornito con un CMOS e un ISP. Questa è la fotocamera Hasselblad L1D-20c.
La struttura estremamente piccola è dotata di una fotocamera CMOS da 1 pollice. Non ci sono viti fissate nella struttura.

Poiché si dice che la colla sia stata applicata alla struttura, abbiamo provato as aprire la struttura con un cacciavite ma non ci siamo riusciti.
È incredibile vedere una fotocamera COMS di dimensioni così ridotte.
Eravamo impazienti di conoscere la sua struttura interna, ma abbiamo smesso di smontarla ulteriormente, perché un ulteriore smontaggio avrebbe danneggiato la sua struttura interna.
Per ora lo smontaggio della sua fotocamera è finito.

DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro

Togliamo il PMU con il saldatore. Quindi rimuoviamo l’asse anteriore. Secondo l’ingegnere del Mavic Pro, questo asse può essere piegato oltre 5000 volte.
Dopo averlo smontato, crediamo a ciò che l’ingegnere ha detto sulla piegabilità dell’asse. Inoltre, il suo asse posteriore è anche di buona durata.

DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro

Questo drone non è cambiato molto per quanto riguarda il suo aspetto.
Tuttavia, man mano che diventa più grande, più pesante e più potente, il suo design interno dovrebbe essere più compatto e complicato.
Abbiamo impiegato tre ore per completare il disassemblaggio del DJI Mavic 2 Pro.

DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro
DJI Mavic 2 Pro
4 Responses
  1. Massimiliano Volpe

    Buongiorno, sono interessato all’acquisro di un DJI usato. Se dovesse capitarvi un Mavic 2 pro o un Mavic 2 Zoom potete contattarmi.
    Grazie!

Leave a Reply